Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Tu sei qui: Home Le vittime di violenza La violenza ai minori Fatti e dati

Fatti e dati

… dall’Austria

1 su 3-4 bambine subisce tra il 1° e il 16° anno di età violenza sessuale.

1 su 8 bambini subisce tra il 1° e il 16° anno di età violenza sessuale.

L’abuso sessuale può persistere per anni sino all’età adulta.

La maggior parte dei/lle minori ha all’inizio dell’abuso sessuale un età tra i 6 e i 12 anni, seguiti da quelli di età tra i 0 e 5 anni. (7)

Una donna su 4 (si consideri il dato non rilevabile perché non dichiarato) è vittima di violenza da parte di una persona vicina.(8)

Nel 70 % dei casi vengono maltrattate non solo le donne, ma anche i/le suoi/sue figli/ie. (9)

Più della metà degli omicidi avvengono all’interno della cerchia familiare/amicale. Le vittime sono soprattutto donne e minori.

In totale 1 005 denuncie per abuso sessuale di incapaci, minori o rappresentazione pornografica di minori. (10)

 

… dal Tirolo

Nella clinica pediatrica di Innsbruck vi sono circa due casi al mese ove è richiesto l’intervento del Gruppo di protezione Minori (Kinderschutzgruppe).

Delle 1 170 persone seguite dal Centro di protezione contro la violenza Tirolo (Gewaltschutzzentrum Tirol) più del 4 % sono bambini/e e adolescenti sotto i 18 anni.

Più di 912 minori hanno dovuto assistere alla violenza contro persone a loro vicine (nel 9 % delle donne non era noto il numero di figli/ie. (11)

 

… dai paesi industrializzati

Uno/a su 10 bambini/e è vittima di maltrattamenti.

Dal 4 al 16 % dei/lle bambini/e sono “educati/e” corporalmente.

Dal 1 al 15 % dei/lle bambini/e vengono trascurati/e fisicamente o emotivamente.

Il 15 % delle bambine e il 5 % dei bambini subisce abuso sessuale. (12)

Ca. 3 500 bambini/e sotto i 15 anni muoiono annualmente per le conseguenze del maltrattamento fisico e della trascuratezza.

Ogni settimana in Germania e Inghilterra muoiono due bambini/e, in Francia tre, in Giappone 4 e negli USA 27 per le conseguenze del maltrattamento fisico e della trascuratezza.

Più piccolo è il/la bambino/a più alto è il rischio di morte.

Per neonati e bambini/e piccoli/e al di sotto di un anno il rischio di morte è tre volte più alto che per i/le bambini/e dell’età tra gli 1 e 4 anni, che corrono a loro volta un rischio due volte più alto dei/lle bambini/e più grandi. (13)

Bibliografia

(1) Bundesministerium für Gesundheit, Familie und Jugend: (K)ein sicherer Ort. Sexuelle Gewalt an Kindern. Wien: 2007.

(2) Vgl. GiG-net – Forschungsnetz Gewalt im Geschlechterverhältnis (Hrsg.): Gewalt im Geschlech­terverhältnis: Erkenntnisse und Konsequenzen für Politik, Wissenschaft und soziale Praxis. Opladen: Verlag Barbara Budrich, 2008.

(3) Vgl. Bowker Lee H., Arbitell M., McFerron R.: On the Relationship Between Wife Beating and Child Abuse. In: Yllö K., Bogard M.: Feminist Perspectives on Wife Abuse. London: Sage Publications, 1988, S. 158–178. Zit. In: AÖF – Verein Autonome Österreichische Frauenhäuser: Gewalt an Frauen und Kindern im sozialen Nahraum. 2008. www.aoef.at/material/facts/GewaltZahlenundDaten.pdf (Stand: 11. 5. 2009).

(4) Vgl. Bundesministerium für Inneres: Kriminalstatistik 2007. www.bmi.gv.at/kriminalstatistik/ (Stand: 8. 4. 2009).

(5) Vgl. Gewaltschutzzentrum Tirol: Statistik 2009. Internes Dokument.

(6) Vgl. Tiroler Tageszeitung: Erschreckend: Jedes 10. Kind wird misshandelt. Studie aus: The Lancet. tt.com/tt/home/story.csp?cid=571779&sid=57&fid=21 (Stand: 7 4. 2009)

(7) Vgl. UNICEF: Todesfälle bei Kindern durch Misshandlung und Vernachlässigung in den Industrieländern. 2003. www.unicef.de/download/Brief_Gewaltstudie.pdf (Stand: 7. 4. 2009)